Mi trovi anche qui!!!

lunedì 17 novembre 2014

Pancarré multicereali ai semi di Chia!!!

Il giorno che ho sfornato la fantastica brioche con uvetta e pinoli il mio compagno disse che era il lievitato più buono che avessi mai fatto, forse direi anche l'unico lievitato dolce che abbia assaggiato!
In effetti avendo usato quasi sempre delle farine raffinate per questi dolci e usando lo zucchero si e' sempre tenuto alla larga! Ma con questa brioche sono riuscita a tentarlo....e' anche vero che con il profumino in casa era quasi impossibile resistere......
Comunque dopo i vari elogi alla brioche mi disse: "Ecco perché' non fai anche un pane così morbido?"
E io che con tanta fatica nei vari anni ho provato e riprovato a fare il pane finche' non mi e' venuto bello con la crosta spessa e croccante! Ok ammetto forse negli ultimi mesi ho un po esagerato con il pane crostoso.....ma mi piacciono così tanto le pagnotte!
Comunque sia mai che io alla richiesta di provare qualcosa di nuovo non mi metta subito al lavoro?
Ho provato a cercare su internet la ricetta perfetta di un pancarrè ....ma le trovavo tutte con zucchero, burro o strutto. Quindi modificando una serie di ricette sono arrivata a questo risultato finale!
Un pane morbidissimo e gustoso sopratutto grazie a i semi di chia, perfetto per i vostri sandwiches.

PANCARRÈ MULTICERALI AI SEMI DI CHIA INGREDIENTI
Biga:
  • 82g di farina multicereali (sfarinato di grano duro, farina di grano tenero, farro, segale, riso, grano saraceno, mais)
  • 44g di acqua
  • 26g licoli 
Impasto:
  • 420g di farina multicereali
  • 210g di latte
  • 80g albumi
  • 54g di olio extra vergine di oliva (oppure burro)
  • 15g di sale
  • 1 cucchiaino di malto
  • semi di chia a piacere

Preparate una biga con il licoli (io l'ho rinfrescato 1 volta e usato dopo 8 ore circa). Amalgamate bene gli ingredienti e fate lievitare 12 ore circa.Al mattino preparate l'impasto. Nella ciotola della planetaria sciogliete la biga con il latte, usando la foglia, aggiungete la farina, il malto in polvere, il sale e gli albumi. Impastate fino ad incordare l'impasto. Continuate ad impastare a velocità medio bassa e aggiungete l'olio a filo, ribaltando l'impasto ogni tanto. Quando l'olio e' ben assorbito cambiate la foglia con il gancio, aggiungete i semi di chia e riprendete l'incordatura. Impastate fino a quando l'impasto risulta liscio e lucido. Fate la prova del velo. Trasferite l'impasto in una ciotola oleata, coprite con la pellicola e fate lievitare a temperatura ambiente per qualche ora. Dopodiche' trasferite in frigo per 10/12 ore.Io l'ho tolto dal frigo la notte prima di andare a letto e ho fatto lievitare a temperatura ambiente circa 8 ore. Quando l'impasto e' raddoppiato dividetelo  in tre parti uguali, formate 3 palline lisce e adagiatele nello stampo da 1kg circa. Fate lievitare fino a quando raggiunge il bordo dello stampo. Spennellate con un po di albume e cuocete nel forno caldo a 180ºC per circa 35/40 minuti. A meta' cottura coprite con un foglio di alluminio per evitare che si bruci se il vostro forno e' troppo forte come il mio. Fate raffreddare prima di affettare il pane ( se ci riuscite ;-) )!





Questo lievitato partecipa alla raccolta di Novembre 2014 di Panissimo, raccolta mensile ideata da me e da Barbara, Bread & Companatico e questo mese ospitata Sandra di   Io sono Sandra 


martedì 11 novembre 2014

Agedashi tofu!!!


Tofu fritto

Buongiorno a tutti!!!! visto che non si vive solo di lievitati e pane oggi torno con una ricetta giapponese e vegetariana! So già' che molti di voi storceranno il naso nel leggere Tofu, ma io passando tanto tempo in Giappone e adorando la cucina asiatica (che sia Thai, Coreana, Cinese e Giapponese) sono ormai abituata a mangiarlo da anni e quindi apprezzo sia le proprietà nutritive che il gusto. Il tofu di per se e' insapore ma se cucinato in modo particolare può essere veramente buono, ovviamente bisogna anche trovare il tofu giusto e adatto ai nostri gusti. Io per fortuna riesco a fare shopping in Giappone e trovo li il tofu morbido che adoro così anche al naturale. 
Tutti gli ingredienti di questa ricetta li ho presi a Tokyo ma ormai sono disponibili ovunque anche in Italia, sopratutto nei negozi bio. 

AGEDASHI TOFU (TOFU FRITTO)INGREDIENTI x 2
  • 2 blocchi di tofu morbido da 150g
  • 200ml di acqua
  • 2 cucchiaini di dashi liofilizzato
  • 2 cucchiai di Salsa di soia 
  • 3 cucchiai di Mirin (aceto di riso)
  • Fecola di patate per impanare il tofu
  • Olio per friggere
  • Erba cipollina

Aprite il tofu e fatelo asciugare un po tra due fogli di carta assorbente.Preparate il brodo facendo bollire l'acqua, aggiungete il dashi liofilizzato e fatelo sciogliere per bene. Aggiungete la salsa di soia e il mirin. Tagliate il tofu in rettangoli abbastanza grossi, infarinateli per bene con la fecola di patate e friggeteli in olio caldo per qualche minuto o fino a quando leggermente dorati.Trasferiteli nella carta assorbente per togliere l'olio in eccesso ( io per pescarli dall'olio uso la schiumarola Pavonidea ). In una ciotola mettete un mestolo di brodo caldo, adagiatevi sopra il tofu fritto e aggiungete un po di erba cipollina. Servite caldo.


Tofu fritto

Google+ Badge

 

Template by: Bright Sunshine Designs by Mary - Affordable Custom Blog Design © 2012