Farina macinata a pietra

Pane alla zucca e semi di girasole a lievitazione naturale

lunedì, settembre 11, 2017

Ormai mi sono un po fissata con i dolci lievitati per la colazione ma non smetto mai di impastare il pane o per noi o per gli amici. Sia mai che resti senza e poi debba andare a comprarlo! 
Questa pagnotta l'ho impastata tempo fa, ad aprile se non ricordo male e ho ritrovato le foto negli archivi del computer qualche giorno fa. Era un pane così buono e soffice che non potevo assolutamente dimenticarmi di condividerlo con voi! Io ho usato della zucca disidratata ma voi potete usare tranquillamente della purea di zucca visto che e' appena iniziata la stagione diminuendo la quantità di acqua nell'impasto.
PANE ALLA ZUCCA E SEMI DI GIRASOLE A LIEVITAZIONE NATURALEINGREDIENTI
  • 450g di farina tipo 1 macinata a pietra 
  • 50g di zucca disidratata 
  • 360g di acqua
  • 50g di licoli rinfrescato e raddoppiato 
  • 12g di sale
  • semi di girasole decorticati a piacere (messi a mollo in acqua 1 ora prima)
Un'ora prima di impastare ( o anche quando rinfrescate il lievito madre se volete) fate un'autolisi con tutta la farina e 300g di acqua. Mischiate velocemente acqua e farina senza impastare, deve restare grumoso.  Coprite e fate riposare.Nel frattempo mettete anche i semi di girasole a mollo in acqua, dopo un'ora scolateli e asciugateli bene. Trascorso questo tempo sciogliete il lievito madre nell'acqua rimanente, aggiungete la farina e acqua in autolisi e la zucca disidratata.Amalgamate tutto e per ultimo aggiungete il sale. Impastate a bassa velocità con la foglia fino ad incordare l'impasto, poi passate al gancio per qualche minuto aumentando leggermente la velocità. Quando risulta bello liscio, lucido ed elastico aggiungete i semi di girasole sempre a bassa velocità. Trasferite nel piano di lavoro fate puntare per 15 minuti così scoperto. Poi procedete con 3 giri di pieghe slap and fold ogni 30 minuti e coprite a campana dopo ogni giro di pieghe. Dopo il 3 giro di pieghe trasferite nella ciotola leggermente oleata e fate lievitare due ore a temperatura ambiente poi trasferite in frigo per 24 ore (dipende dalla farina che usate potete osare con una maturazione più lunga o più breve). Trascorso il tempo in frigo lasciate a temperatura ambiente (26/28ºC) fino al raddoppio. Formate la pagnotta come preferite infarinatela per bene e trasferitela nel cestino da lievitazione ben infarinato. Fate lievitare nuovamente fino al raddoppio (circa 3 ore per me). Rovesciate sulla pala ben infarinata e praticate dei tagli come più preferite e trasferite il pane nella pietra refrattaria rovente, o se non avete la pala potete trasferirlo direttamente nella pietra calda.Infornate alla massima temperatura del forno ( 230ºC) con un pentolino di acqua calda sul fondo per 15 minuti. Togliete il pentolino e abbassate la temperatura a 200 gradi per 15 minuti e successivamente a 180ºC se vedete che il vostro pane si sta scurendo troppo. Gli ultimi 20 minuti proseguite la cottura con il forno ventilato. Io ho cotto questa pagnotta per 1 ora. Lasciate raffreddare completamente in verticale.



You Might Also Like

2 commenti

  1. Adoro il pane alla zucca ed il tuo è davvero bello alveolato e si vede ad occhio nudo che è leggerissimo, complimenti!

    RispondiElimina

I commenti volgari, maleducati e anonimi verranno cancellati!
Grazie per i vostri commenti!!!

Google+ Badge

Like us on Facebook

SUBSCRIBE